08-02-2014 Scuola e famiglie con genitori omosessuali: negare la realtà è violenza verso tutti i bambini. Famiglie Arcobaleno sul “caso-Venezia”

Roma, 8 febbraio 2014

Le famiglie omogenitoriali sono una realtà che la società italiana non può continuare ad ignorare. Sono più di 100.000, nel nostro Paese, i figli di genitori omosessuali. A molti di loro non è nemmeno mai stato esplicitato, perché nati da due genitori di sesso diverso, che non riescono a parlare coi figli, per via dell’omofobia che affligge la nostra società, ma sono sempre più numerosi quelli che lo sanno, sia perché sono una famiglia e vivono tutti insieme sotto lo stesso tetto, sia perché i propri genitori hanno superato le proprie paure. E’ perciò essenziale che la scuola italiana, frequentata da questi bambini e ragazzi, adotti gli strumenti culturali per assicurare a tutti un’esistenza felice, a cominciare dai libri di testo.

Per questo motivo Famiglie Arcobaleno rigetta la piega sensazionalistica che l’informazione sta assumendo su un tema così importante nella società italiana come la famiglia. In fin dei conti, a Venezia, l’adozione di 5 titoli (su 46) di libri di favole per bambini, sono da intendersi come un supporto didattico a disposizione degli insegnanti per non ingannare i bambini, rappresentando loro realtà con uno strumento adeguato. Ci dispiace ed ė segno di un’ulteriore strumentalizzazione, che l’assessora Tiziana Agostini sollevi eccezioni di merito in ordine ai contenuti dei supporti didattici presentati alle ed agli insegnanti nell’ambito dei corsi di formazione per superare le discriminazioni contro le famiglie con genitori omosessuali, organizzati dal Comune di Venezia e da lei stessa voluti, poiché ci sembrano significative di una contraddizione.

Famiglie Arcobaleno auspica che la società italiana riesca ad esprimere, complessivamente, la capacità di superare i pregiudizi e le difficoltà, a cominciare da una certa parte della sua componente cattolica, che non riesce a superare la propria cecità negando la realtà dei fatti. Fare gli struzzi danneggia tutti, specie i bambini, che sono destinati a condividere gli stessi banchi di scuola e che, volente o nolente, verranno informati dalla realtà e dagli stessi compagni di scuola, figli di genitori omosessuali o transessuali. Niente ferma la realtà tranne il sopruso e la violenza. Per questo motivo Famiglie Arcobaleno ritiene fuorvianti le polemiche scatenate su Venezia, poiché oggi il nodo della questione è invece quello posto dalla Corte Costituzionale con la sua sentenza del 2010, ossia il diritto alla vita famigliare per tutti. E' la storia che cammina e nascondersi dietro ad un dito è inutile, fuorviante e dannoso.

Giuseppina La Delfa
Presidente di Famiglie Arcobaleno - Associazione genitori omosessuali

presidente@famigliearcobaleno.org
cell. 3933963733

Alberto Pertile
Ufficio stampa Famiglie Arcobaleno

stampa@famigliearcobaleno.org
cell. 3283511468

APPUNTAMENTI IN AGENDA

5 Mag 2019 - Festa delle Famiglie

Nell’ambito dell’INTERNATIONAL FAMILIES EQUALITY DAY l’Associazione Famiglie Arcobaleno festeggia in Italia tutte le famiglie nella prima domenica di Maggio. >>

10 Nov 18-Mobilitazione NO PILLON

Famiglie Arcobaleno scende in piazza a fianco di chi ha cuore un paese più civile, laico e giusto. >>

19-20-21-ottobre 2018 - San Vincenzo (LI

Assemblea Nazionale Famiglie Arcobaleno >>
TUTTI GLI APPUNTAMENTI IN AGENDA >
Devolvi il 5 per mille a Famiglie Arcobaleno
 
In mailing list le istruzioni per il rinnovo 2019!!


Per un’Italia più giusta,


Sostieni famiglie Arcobaleno

Se desideri associarti e ricevere info sulle modalità per farlocompila il form  cliccando qui