Famiglie Arcobaleno sulle UNIONI CIVILI: RENZI intervenga immediatamente affinchè ALFANO emetta il decreto ponte

Sono trascorsi e superati i 30 giorni di tempo che aveva a disposizione il ministro Alfano per emettere il “decreto ponte” (propedeutico ai decreti definitivi che saranno emessi dal Ministro della Giustizia Orlando) necessario per dare ai Comuni le indicazioni per celebrare le Unioni Civili.
Comuni che intanto iniziano a costituire tali unioni o a ricevere istanze da cittadini e cittadine che non vedono l'ora di toccare con mano quei diritti riconosciuti dalla recente legge.
Registriamo quanto sia grave l’inadempienza del ministro dell’Interno, che si conferma nuovamente come colui che mette il nostro Paese in una situazione di imbarazzo, creando un paradossale empasse, in quanto in assenza del “decreto ponte” alcuni Comuni potrebbero negare di celebrare l’unione civile o potrebbero celebrarla non adottando un processo corretto, in assenza di linee guida definite.
Non ci sorprende che sia di nuovo Alfano a porre in essere una negligenza che ha tutto il sapore dell’abuso di potere giocato con gli elementi della scorrettezza, dell’inadempienza al proprio dovere e del proprio disprezzo personale nei confronti di una parte di cittadine e cittadini italiani, come in varie dichiarazioni precedenti lo stesso ha evidenziato.
Riteniamo infatti che non sia un caso che i Comuni italiani abbiano già ricevuto le indicazioni circa le convivenze di fatto (Titolo 2 della legge) e nulla sulle unioni civili fra persone dello stesso sesso (Titolo 1).
Infatti è ancora una volta l’ANCI a sollecitare urgentemente il ministro nel rilascio del “decreto ponte”, questo a dimostrazione di come la politica che più sta a contatto con i cittadini, sia molto più sensibile e attenta ai bisogni reali. Invece quando la politica sale di livello – come nel caso del Ministro - questa si allontana dai propri cittadini.
Invitiamo il ministro Alfano a raccogliere con immediata reattività il suggerimento di ANCI, emettendo le linee guida ufficiali, senza perseverare nella negazione di un diritto fondamentale, che per legge da oggi in poi non può più essere negato.
Sollecitiamo anche il ministro Orlando ad emettere i decreti definitivi nel lasso di tempo più breve possibile, ma soprattutto chiediamo al Presidente del Consiglio Renzi di intervenire immediatamente impegnandosi per superare questo grave momento: questa legge, già al ribasso nella sua prima versione originaria, è stata ulteriormente svuotata con lo stralcio della step child adoption, dovuto alla mediazione operata proprio con la parte politica che il ministro e vicepresidente del Consiglio Alfano rappresenta. Stralcio con cui la politica si è assunta la grave responsabilità di confermare che nel nostro paese debbano esistere bambini e bambine di serie B.
Adesso è indispensabile e urgente l'emissione dei decreti che consentirebbero, finalmente, a molte persone che sono state nell’ombra dei diritti da troppi anni, ad esporsi al loro primo raggio di sole.

Marilena Grassadonia
Presidente Famiglie Arcobaleno

Claudio Capocchi - Samuele Cafasso
Ufficio Stampa - stampa@famigliearcobaleno.org

APPUNTAMENTI IN AGENDA

5 Mag 2019 - Festa delle Famiglie

Nell’ambito dell’INTERNATIONAL FAMILIES EQUALITY DAY l’Associazione Famiglie Arcobaleno festeggia in Italia tutte le famiglie nella prima domenica di Maggio. >>

10 Nov 18-Mobilitazione NO PILLON

Famiglie Arcobaleno scende in piazza a fianco di chi ha cuore un paese più civile, laico e giusto. >>

19-20-21-ottobre 2018 - San Vincenzo (LI

Assemblea Nazionale Famiglie Arcobaleno >>
TUTTI GLI APPUNTAMENTI IN AGENDA >
Devolvi il 5 per mille a Famiglie Arcobaleno
 
In mailing list le istruzioni per il rinnovo 2019!!


Per un’Italia più giusta,


Sostieni famiglie Arcobaleno

Se desideri associarti e ricevere info sulle modalità per farlocompila il form  cliccando qui